Confermato l'impatto dei ratti sulle colonie di Berta maggiore di Palmarola

Confermato l'impatto dei ratti sulle colonie di Berta maggiore di Palmarola

2 ottobre 2017

Nei giorni scorsi, è stato eseguito il monitoraggio dei nidi di Berta maggiore (Calonectris diomedea) sull'isola di Palmarola, con l'obiettivo di capire, adesso che i pulcini sono cresciuti e quasi pronti all'involo, quanti di essi sono sopravvissuti alla predazione dei ratti. I risultati sono stati purtroppo molto deludenti: solo un pulcino su dieci si è salvato. E' un successo riproduttivo molto basso, proprio a causa dell'impatto del ratto nero, una specie come si suol dire "aliena" per Palmarola, che cioè è arrivata sull'isola portata dall'uomo. 
Tuttavia, questo è l'ultimo anno in cui le berte vedranno i loro pulcini decimati, dal momento che dal mese di gennaio partirà l'eradicazione dei ratti sia sull'isola di Palmarola sia sull'isola di Ventotene. Se coronata da successo, questa azione permetterà di eliminare un importante fattore di minaccia per la conservazione delle colonie di berte delle isole Ponziane.

Potrebbero interessarti anche